giovedì 23 febbraio 2012

MINOLTA X-300 (1984)

Minolta è uno dei costruttori di fotocamere più antichi del Sol Levante e uno dei nomi eccellenti della fotografia. Da sempre la precisione della meccanica, la qualità dei materiali e degli assemblaggi e l'eccellenza delle ottiche Minolta-Rokkor rappresentano un punto di riferimento per l'intera concorrenza, giapponese ed europea.
 
Prodotta dal 1984 al 1990, la Minolta X-300 è figlia di un'epoca di grandi cambiamenti. Terminata la corsa al compattamento dei corpi macchina e all'implementazione dell'elettronica, la maggior parte dei costruttori erano protesi verso l'applicazione dell'auto-focus sui modelli reflex, ma una folta schiera di puristi restava ancora fedele ai corpi con messa afuoco manuale e preferiva macchine che consentissero una maggiore manualità delle impostazioni.
 
La risposta a questa esigenza venne con la realizzazione di modelli come la Yashica FX-3 e la MINOLTA X-300 del presente annuncio. Macchine dotate di completa manualità e ideali sia per il fotografo più esigente che per lo studente di fotografia.
 
La Minolta X-300 è una reflex dalla linea molto moderna e ancora molto gradevole, a dispetto dei suoi 25 anni. La sua eleganza risulta ancora più evidente nella versione "black" dal corpo nero in tinta con l'obiettivo.
 
Ma al di là della linea, si tratta di un modello di sostanza. Una delle poche macchine in grado di funzionare sia in modalità completamente manuale (l'utente decide tempi e diaframmi) sia in modalità semi-automatica a priorità di diaframmi. In quest'ultimo caso l'utente seleziona l'apertura diaframma e la macchina sceglie il tempo di scatto più opportuno.
 
L'utilizzo della macchina è facilitato da una serie di indicatori a led visibili nel mirino: una scala dei tempi con indicazione del valore impostato e di quello suggerito dall'esposimetro, del segnale di pronto flash e di test delle pile. 
 
 La dotazione tecnica è ancora oggi di tutto rispetto:
- Lente Minolta MD con focale 50mm e apertura massima a f/1.7
- Diaframma con aperture da f/1.7 a f/22
- Otturatore sul piano focale controllato elettronicamente, con tendine in tessuto a scorrimento orizzontale e tempi di scatto da 1sec. a 1/1.000sec più la posa B
- Esposimetro con lettura di tipo TTL e sensibilità ISO da  12-3200
- Autoscatto elettronico con ritardo di 10 secondi, disinseribile manualmente
- Baionetta di tipo Minolta MD
- Alimentazione con due pile LR44 o SR44 (costo 1 euro cad.)
Questo modello, grazie alla sua qualità e versatilità, riscosse un successo planetario al punto che, dopo l'uscita di produzione nel 1990, la sua costruzione fu continuata in Cina dalla Seagull e da altri marchi e ancora oggi resta in produzione sotto diverse spoglie, come una delle ultime fotocamere reflex a messa a fuoco manuale!
 
Riepilogando, si tratta di un modello di assoluta eccellenza, ideale per l'amatore esperto e per lo studente di fotografia (che necessitano di una completa manualità) ma anche per chi voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo delle reflex analogiche, grazie alla modalità semi-automatica.
 
Per ulteriori info ed esempi di foto scattate con questo modello, visitate i seguenti links:
http://www.trekearth.com/search.php?phrase=minolta+x-300&type=&x=21&y=16
http://www.camerapedia.org/wiki/Minolta_X-300
 

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali